Sicurezza nel sud Milano: sindaci dal Prefetto

Con il primo cittadino di Corsico, Filippo Errante, erano presenti quelli di Buccinasco, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio, oltre al presidente dell’Unione dei Fontanili Nadia Verduci

L’esigenza di accrescere la sinergia tra tutti i soggetti che possono contribuire a migliorare la sicurezza nel sud Milano sarà uno dei temi all’ordine del giorno del prossimo incontro del Comitato per l’ordine e la sicurezza milanese. Lo ha sottolineato il Prefetto di Milano Alessandro Marangoni ai sindaci intervenuti questa mattina a Palazzo Dioli di corso Monforte. Insieme al primo cittadino di Corsico Filippo Errante, c’erano i sindaci di Buccinasco Giambattista Maiorano, di Cesano Boscone Simone Negri, di Trezzano sul Naviglio Fabio Bottero e il presidente dell’Unione dei Fontanili Nadia Verduci.

“La stretta collaborazione tra le polizie locali e le forze dell’ordine – sottolinea il sindaco di Corsico Filippo Errante – potrebbe rivelarsi la chiave di volta per accrescere il presidio del territorio, diminuendo il più possibile i rischi che si verifichino fenomeni delittuosi. Ognuno dei nostri Comuni ha tipologie e problematiche in parte differenti – prosegue il primo cittadino – ma anche molto simili. Garantire un supporto ai carabinieri per liberarli da incombenze più in linea con i compiti delle polizie locali, come i rilievi per gli incidenti stradali, potrebbe migliorare il controllo puntuale di vie e piazze, scongiurando anche fenomeni di vandalismo”.

Il Prefetto Marangoni ha apprezzato il percorso avviato dai ventidue Comuni del sud milanese che hanno deciso di sottoscrivere una convenzione, il cui capofila è Corsico, per garantire una più stretta collaborazione sui temi della sicurezza, scambiando esperienze, ma anche attivando forme di sussidiarietà con il libero spostamento degli agenti da un territorio comunale a un altro.

“Le Amministrazioni hanno svolto il loro compito di indirizzo – prosegue il sindaco di Corsico – decidendo di collaborare in modo più incisivo. Ritenevamo fosse necessaria la condivisione anche da parte del Prefetto, che, grazie alla sua esperienza sul campo, ha colto con grande interesse il nostro lavoro e le richieste di intensificare la sinergia con le altre forze dell’ordine”.

E il primo cittadino di Cesano Boscone, Simone Negri aggiunge: “Ritengo che quella di oggi sia stata un’occasione di incontro preziosa. Ci siamo confrontati con il Prefetto sui nostri problemi di sicurezza e abbiamo condiviso con lui l’esigenza di un maggior coordinamento tra forze dell’ordine, polizia locale e impiego della tecnologia per far fronte alla riduzione degli organici di questi anni”. “Ho ribadito l’obiettivo – dice il sindaco di Buccinasco Giambattista Maiorano – di realizzare una centrale unica, per riuscire così a recuperare personale da destinare ai pattugliamenti”.

Intanto prosegue il lavoro dei diversi comandanti nell’individuare forme organizzative e operative che possano migliorare il presidio sia dei territori sia di problemi comuni, individuando anche possibili economie di scala.
In questa direzione va la collaborazione attivata con il comando della polizia locale di Milano. Un percorso di conoscenza prima e operativo poi per presidiare con maggiore efficacia i cantieri edili. Sulla base dell’esperienza accumulata durante i sei mesi di Expo 2015, alcuni specialisti si metteranno a disposizione per fornire suggerimenti e linee operative alle polizie locali del sud Milano. Per questo, verrà riattivata la convenzione in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro del 2008, quando l’attuale sindaco di Corsico era assessore alla sicurezza, che vede il coinvolgimento di molte associazioni di categoria, dell’Ispettorato del lavoro, dell’Inail, dell’Inps e di altri enti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *