Rave Party a Corsico: il Sindaco non è d’accordo

Le parole del Sindaco:

L’ho già detto e scritto: non vogliamo rave party sul nostro territorio. Non vogliamo persone che inneggiano contro le istituzioni, contro le forze dell’ordine, contro le persone che rispettano le regole.
Perché rispettare le regole vuol dire riconoscere che una società non può sopravvivere con l’anarchia e che non bisogna sempre e comunque essere contro, per essere qualcuno. Mi ha sorpreso incontrare giovani, quando sono andato nella notte di venerdì per verificare di persona la situazione, anche culturalmente preparati ma disposti solo a trasgredire la legge. La cosa che mi fa più rabbia è l’impotenza dello Stato. Per evitare scontri, si lascia fare. È giusto? No.  Noi come Comune abbiamo agito. Ho parlato direttamente con la Questura di Milano. La nostra polizia locale e l’ufficio commercio hanno contattato la proprietà e l’affittuario. Perché solo loro potevano impedire lo svolgimento dell’iniziativa con una denuncia. Invece nulla. Così molti concittadini hanno dovuto sopportare ingiustamente una violenza del genere, con musica a tutto volume fino alle prime ore del mattino. Inaccettabile! Ringrazio i Carabinieri, per la loro costante presenza al presidio dell’area anche nelle ore notturne. La polizia locale di Corsico, adesso stiamo intervenendo finalmente con AMSA per ripulire le vie interessante dal letamaio lasciato da questi incivili per ripristinare il normale stato di igiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *