Presepi e auguri di Natale nei tre Comprensivi

Il sindaco Filippo Errante con la sua Giunta e i parroci ha fatto visita in alcune scuole, incontrando i dirigenti, per portare i saluti al personale e agli alunni. “Il Natale non è una festa come le altre”, ha detto il primo cittadino.

Corsico (9 dicembre 2015) – “Natale non è una festa come le altre. Ci sono dei messaggi che devono essere condivisi, indipendentemente dal proprio credo”: il sindaco Filippo Errante ha deciso di visitare, questa mattina, quattro plessi scolastici in diverse zone del territorio. Era accompagnato dagli assessori alle politiche educative Paola Migliavacca, alla formazione Maurizio Mannino, ai Servizi alla persona Antonio Saccinto, alle politiche ambientali Cristina Villani, alla partecipazione Giacomo Di Capua. Con loro, anche alcuni consiglieri comunali di maggioranza. E i sacerdoti delle chiese di ciascuna zona.

“Sono fermamente convinto – precisa Filippo Errante – che la cristianità, patrimonio di valori sui quali si fonda anche la storia dell’Italia, non possa essere sminuita, soprattutto in un momento in cui l’estremismo e il terrore stanno prendendo il sopravvento ovunque nel mondo. Per questo, ho deciso insieme alla mia Giunta di far visita alle scuole corsichesi, dove si formano i cittadini del domani. Qui – prosegue il sindaco – abbiamo donato un piccolo presepe, simbolo del Natale”.

Il primo ad accogliere la delegazione comunale è stato il dirigente de Comprensivo Galilei, Manfredo Tortoreto. “Abbiamo realizzato due presepi all’ingresso della scuola – ha detto – perché credo sia importante tornare alla radice del messaggio: il 25 dicembre è nato Gesù. Vi sono dei valori che ritengo universali, per credenti e non. Poiché la nascita di Gesù è una novella per tutto il mondo, ritengo che la religione non debba essere un argomento di scontro”. E, subito dopo, don Roberto ha evidenziato quanto “oltre al presepe, siano importanti i contenuti. Occorre un grande lavoro culturale per riscoprire le nostre origini, anche recuperando con i giovani il dialogo con le altre confessioni religiose”.

Il sindaco, gli assessori e i consiglieri hanno poi incontrato Emanuela Germanò, dirigente del comprensivo Buonarroti all’elementare Salma: “Ci possiamo conoscere meglio – ha detto – comunicando di più. Mettendo in gioco stati d’animo e pensieri”. Don Gabriele, portando gli auguri della comunità parrocchiale della zona, ha evidenziato che vi sono dei valori che vanno condivisi al di là del proprio credo: fratellanza, pace e solidarietà.

Ultimo comprensivo visitato, con la partecipazione di padre Ciro, è stato il Copernico, del quale fa parte anche l’elementare Curiel. Qui gli amministratori sono stati accolti dalla canzone Imagine, di John Lennon proposta dagli studenti di una quinta. Hanno poi portato gli auguri anche agli alunni della primaria del quartiere Lavagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *